Le aziende italiane più sostenibili del 2021

Le aziende italiane più sostenibili del 2021

Le aziende italiane più sostenibili del 2021

Articolo

Le aziende italiane più sostenibili del 2021

A cura di Gaia Degan – Gruppo Giovani di Animaimpresa

Sono sostenibili le aziende che integrano le preoccupazioni sociali e ambientali nel modello di business, nelle operazioni commerciali e nei rapporti con le parti interessate (stakeholder) e rendono conto dei propri impatti sulla società, sull’economia e sull’ambiente dovuti alle proprie scelte di governance. Le azioni, i comportamenti e le scelte di sviluppo di queste aziende sono focalizzate non solo sul breve termine ma anche, e soprattutto, sul medio-lungo termine.

Secondo l’International Business Report elaborato dal network di consulenza internazionale Grant Thornton, il 62% delle imprese a livello globale, e il 67% delle imprese italiane, ritiene oggi che la sostenibilità sia importante tanto quanto o addirittura più del successo finanziario. Con l’avvento della pandemia da Covid-19, l’importanza della sostenibilità per le aziende è aumentata, diventando “molto più” importante per il 41% delle aziende e “poco più” importante per il 30%.

Integrare la sostenibilità nella strategia aziendale comporta anche numerosi vantaggi nel business delle aziende, tra i quali l’aumento dell’efficienza delle attività e dei processi aziendali e la riduzione dei costi e degli sprechi che, secondo la ricerca di Grant Thornton, rappresentano le motivazioni più comuni che spingono le imprese a porre una maggiore attenzione alla sostenibilità. Oltre a questi benefici ve ne sono anche molti altri, come il miglioramento del posizionamento strategico, della reputazione e dell’immagine aziendale, la fidelizzazione dei clienti, il miglioramento delle relazioni con gli stakeholder, del clima interno e del benessere dei collaboratori, le maggiori opportunità di finanziamenti e di attrarre investitori, l’incremento della capacità di gestione dei rischi e della capacità di innovazione.

L’attenzione agli aspetti ESG (environmental, social and governance) oggi non è più un “nice to have” ma rappresenta un “must” per le aziende, perché la sostenibilità è una scelta strategica che consente all’impresa di esserci oggi e in futuro, di stare al passo con il cambiamento e rispondere alle richieste dello scenario esterno e degli stakeholder sempre più attenti alla sostenibilità.

Molte aziende italiane hanno compreso l’importanza della sostenibilità realizzando numerose azioni al riguardo. Questo ha permesso loro di ricevere diversi riconoscimenti, come quelli riportati di seguito, che le hanno identificate come le migliori aziende sostenibili del 2021.

Indici Euronext Vigeo Eiris

Gli indici Euronext Vigeo Eiris, elaborati da Vigeo Eiris, una delle più importanti agenzie di rating ESG in Europa, assieme a Euronext, principale borsa europea, selezionano le società quotate con le migliori performance nel campo della sostenibilità sulla base di una valutazione dei risultati aziendali fondata su 25 criteri di sostenibilità, che tengono conto di ambiente, capitale umano, diritti umani, coinvolgimento delle comunità, comportamento aziendale e governance d’impresa.

In particolare, l’indice Euronext Vigeo Eiris World 120 stila due volte all’anno la classifica delle 120 aziende più sostenibili fra le 1.500 principali società in termini di capitale nelle aree geografiche del Nord America, Asia Pacifico ed Europa. Nell’edizione di novembre 2021 quattro società italiane hanno ottenuto un posto nella classifica di questo indice: Enel, Poste Italiane, Telecom Italia e Terna.

Focus: L’indice Euronext Vigeo Eiris World 120 ha riconosciuto l’impegno di Enel, uno dei principali operatori globali nel settore dell’elettricità, nell’integrazione delle pratiche ESG alla strategia aziendale lungo l’intera catena del valore. Infatti, per Enel la gestione responsabile della catena di fornitura e una governance solida rappresentano le basi fondanti del proprio modello strategico. In particolare, l’indice ha identificato le solide performance di Enel in un’ampia gamma di criteri ambientali, sociali e di governance, tra i quali strategia ambientale, energie rinnovabili, sistemi basati sulla non discriminazione, sul dialogo sociale e lotta alla corruzione, e pratiche di corporate governance.

Il valore del Gruppo Enel è legato alla sua capacità di operare in modo sostenibile e di essere al servizio delle comunità. La sostenibilità, infatti, permette all’azienda di creare maggior valore per sé e per i suoi stakeholder e consente di guidare la transizione energetica, rendendola unica e leader a livello globale.

Integrated Governance Index

L’Integrated Governance Index di ETicaNews misura l’integrazione della sostenibilità nelle strategie aziendali delle prime 100 società quotate, delle società che pubblicano la Dichiarazione non finanziaria ai sensi del Decreto legislativo n. 254 del 30 dicembre 2016, e delle prime 50 società non quotate e industriali della classifica Mediobanca.

Questo indice ha l’obiettivo di comprendere l’esistenza e il grado di consapevolezza della ESG Identity aziendale, dunque come l’azienda “cerchi” la sostenibilità modificando la propria governance.

In prima posizione nell’Integrated Governance Index 2021 vi è Hera, seguita da Snam ed Enel.

Hera si posiziona anche al primo posto nell’area relativa all’integrazione degli ESG nella finanza dell’azienda, che analizza i legami tra azienda e investitori responsabili.

Nell’area della ESG Identity, ovvero relativa alla capacità dell’azienda di valorizzare la propria identità sostenibile, sul podio, in ordine, ci sono Enel, Hera e Saipem.

Ai vertici delle aziende non quotate ci sono BNL Gruppo BNP Paribas, Crédit Agricole Italia e Cap Holding. Mentre Fiera Milano guida il podio delle società quotate extra le prime 100, davanti a Ovs e Sabaf.

Focus: Hera è una delle maggiori multiutility nazionali che gestisce la fornitura di servizi energetici, idrici e ambientali a cittadini e imprese. È stata tra le prime aziende in Italia ad introdurre il concetto di “Scopo” nello Statuto Sociale con focus sulla creazione di valore condiviso, esplicitando gli obiettivi da raggiungere nello svolgimento dell’attività di impresa, ribadendo il proprio impegno per la sostenibilità.

L’azienda rendiconta i risultati raggiunti attraverso il Bilancio di sostenibilità, pubblicato annualmente. In particolare, nel 2016 ha introdotto la rendicontazione a valore condiviso, ovvero di quelle attività di business che, oltre a generare margini, rispondono ai driver per una crescita sostenibile definiti dall’Agenda ONU 2030 e, più in generale, dalle varie politiche nazionali e internazionali.

Con riferimento alla finanza sostenibile, Hera è stata la prima azienda in Italia a lanciare un green bond già nel 2014, seguito da una seconda emissione nel 2019. Nel 2019 ha anche lanciato la prima linea di credito revolving sostenibile, introducendo un meccanismo premiante legato al raggiungimento di specifici obiettivi ambientali, sociali e di governance.

Global 100 Most Sustainable Corporations Index

Il Global 100 Most Sustainable Corporations Index, elaborato dalla società canadese Corporate Knights, individua le migliori 100 aziende mondiali quotate in borsa, con almeno un miliardo di dollari di fatturato, per le loro performance in termini di sostenibilità sulla base di 24 indicatori che analizzano tematiche quali quelle relative alla sostenibilità ambientale, all’attenzione alle risorse umane, all’uguaglianza di genere, ai ricavi da prodotti e servizi verdi. Inoltre, le aziende vengono valutate preliminarmente sulla base di quattro parametri: reporting di sostenibilità; salute finanziaria; tipologia di prodotti venduti; sanzioni finanziarie ricevute; gestione delle risorse naturali, del personale e performance dei fornitori.

Tra le 100 aziende selezionate nel 2021, è presente solo una realtà italiana, Intesa Sanpaolo, che si è classificata in cinquantaseiesima posizione.

Focus: Intesa Sanpaolo è uno dei principali gruppi bancari in Europa. È uno dei pochi gruppi finanziari europei ad avere aderito a tutte le principali iniziative delle Nazioni Unite in tema di sostenibilità nel settore finanziario, che si inquadrano nell’ambito del raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

Tra le iniziative a favore della società e della comunità, Intesa Sanpaolo intende diventare la prima Impact Bank al mondo, con un fondo specifico (Fund for Impact) destinato a garantire prestiti alle categorie che hanno difficoltà di accesso al credito, nonostante il loro potenziale, come un “prestito d’onore” per studenti meritevoli. Inoltre, l’azienda ha realizzato un progetto per le persone in difficoltà, destinato a fornire pasti, indumenti, accoglienza e farmaci alle persone vulnerabili.

Con riferimento all’impegno per l’ambiente, Intesa Sanpaolo è attenta allo sviluppo della Circular Economy, attraverso finanziamenti e il lancio di un fondo di investimento dedicato. L’azienda ha anche creato Circular Economy Lab, il primo laboratorio italiano sul territorio, ideato e costruito con Fondazione Cariplo e Cariplo Factory. Inoltre, a gennaio 2020 Intesa Sanpaolo ha messo a disposizione per il Green Deal europeo un programma di erogazioni di 50 miliardi di euro nel corso dei prossimi anni.

Sustainability Award

Il Sustainability Award è un riconoscimento promosso da Credit Suisse e Kon Group, con il supporto di ALTIS Alta Scuola Impresa e Società dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Reprisk, Forbes e BMW, dedicato alle eccellenze imprenditoriali in Italia che si sono distinte per aver realizzato una crescita sostenibile, inclusiva e stabile, creando valore aggiunto anche per la comunità, attraverso l’implementazione di una strategia sostenibile, predisponendo processi, sistemi e risorse in modo da poter ridurre il proprio impatto ambientale e sociale. Nell’identificare le imprese vincitrici del 2021, il premio ha tenuto in particolare conto la propensione innovativa in materia di governance e social.

Sono state 100 le imprese italiane eccellenti nella sostenibilità vincitrici del Sustainability Award 2021, in sintesi:

  • TOP 100 – ESG Sustainability Award 2021: Falck Renewables Spa
  • TOP 100 – ESG score: Saviola Holding Srl
  • TOP 100 – Environmental: Cereal Docks Spa
  • TOP 100 – Social: Acqua Sant’Anna Spa
  • TOP 100 – Governance: Raffmetal Apa
  • TOP 100 – Strategy & vision: Ferrarelle Spa
  • TOP 100 – Management & performance: Socotec Italia Srl

Tra le aziende vincitrici ci sono anche due friulane: Maddalena Spa e Gruppo Illiria Spa.

Focus: Illiria è un’azienda che ha sede a Udine ed opera nel settore della distribuzione automatica. È stata premiata dal Sustainability Award 2021 per le numerose attività svolte in tema di sostenibilità ed in particolare per il progetto “Nontiscordardime” nato nel 2019, programma di educazione ambientale sulla corretta gestione dei rifiuti plastici, attraverso il quale ogni anno nelle principali spiagge e manifestazioni ad alta frequentazione del Friuli Venezia Giulia vengono raccolte migliaia di bottiglie in Pet, indirizzate poi ai centri di riciclo.

Le azioni sostenibili di Illiria sono numerose: tra queste la collaborazione dal 2016 con Organica Srl per la produzione di energia rinnovabile tramite impianti di biogas alimentati da fondi di caffè. Inoltre, grazie alla presenza nella sede aziendale di una sala regia che monitora e gestisce in tempo reale lo stato dei distributori presenti sul territorio nazionale e il lavoro del personale sul campo, l’azienda riesce ad ottimizzare gli interventi e dunque le percorrenze dei mezzi riducendo così le emissioni di CO2. Illiria è anche tra le prime aziende di vending in Italia ad aderire all’iniziativa “RiVending” che si propone di realizzare un ciclo virtuoso di recupero e riciclo di bicchieri e palette di plastica. Sotto il profilo sociale, l’azienda pone particolare attenzione al benessere del lavoratore e della sua famiglia, ma anche di tutta la comunità territoriale, attraverso un programma di welfare aziendale e l’offerta di prodotti a chilometro zero all’interno dei distributori automatici.

Focus: Maddalena, con sede a Povoletto (UD), è una delle più importanti realtà internazionali di produzione di contatori per acqua potabile, di riscaldamento e irrigua, e misuratori di energia termica. L’azienda crede nella sostenibilità; è infatti membro della Community Valore Acqua per l’Italia di The European House Ambrosetti che lavora sul concetto di efficienza della misura orientato al risparmio dell’acqua, offrendo il suo contributo per il raggiungimento dell’Obiettivo 6 “Acqua pulita e servizi igienico sanitari” dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile al quale ha legato anche la propria vision: rendere la misura dell’acqua la base imprescindibile per l’efficienza idrica del mondo.

L’azienda possiede numerose certificazioni che attestano il suo impegno, quali SA8000 (etica), ISO 9001 (qualità), 14001 (ambiente), 27001 (sicurezza delle informazioni) e 45001 (salute e sicurezza dei lavoratori). Inoltre, attraverso le Linee guida Internazionali della ISO 26000 e la rispondenza a ben 12 su 17 Obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, Maddalena negli ultimi anni ha effettuato una mappatura concreta delle azioni di sostenibilità intraprese.

L’azienda ha ottenuto anche una menzione speciale dal progetto PerCoRSI FVG 2 nell’ambito Responsabilità Sociale d’Impresa presentando il progetto “Scuola e Ambiente: iniziative per la riduzione della plastica monouso coniugate con l’uso responsabile della risorsa acqua” realizzato per la Giornata Mondiale dell’Acqua 2020 insieme al Comune di Povoletto e Cafc.

Best Performance Award

Il Best Performance Award è un premio promosso da SDA Bocconi School of Management, insieme a J.P. Morgan Private Bank, PwC, Bureau Van Dijk, EQT e Havas. Ha la finalità di valorizzare le migliori imprese italiane, con fatturato tra i 25 milioni e 5 miliardi di euro, che creano valore economico, tecnologico, umano, sociale e ambientale, operando in modo complessivamente sostenibile, distinguendosi dunque per l’eccellenza nello sviluppo sostenibile, inteso in un’accezione ampia, ovvero come la capacità di gestire l’impresa, garantendo la continuità aziendale nel rispetto delle dimensioni umana e ambientale, dell’innovazione e della gestione economica.

L’individuazione dei vincitori avviene attraverso una prima selezione di un gruppo di circa cento società italiane che si sono distinte sulla base dei seguenti criteri riferiti all’ultimo triennio: redditività industriale, crescita costante dei ricavi, investimenti sopra la media di settore e struttura finanziaria solida. In questo gruppo vengono poi individuate 15 società considerate eccellenti, sia dal punto di vista della performance economica e finanziaria, sia secondo i parametri ESG.

I vincitori del Best Performance Award 2020/2021 sono:

  • in base alla dimensione aziendale:
    • Small Company (fatturato tra € 25 e 50 mln): Targa Telematics Spa
    • Medium Company (fatturato tra € 51 e 100 mln): SIFI Spa e I.CO.P. Spa a parimerito
    • Large Company (fatturato tra € 101 mln e 5 mld): IREN Spa
  • indipendentemente dalla dimensione aziendale: Davines Spa
  • hot topic Covid resilience:
    • “Adapt to react”: Music & Lights Srl
    • “Most impactful company”: S.A.I.B. Spa

 

Focus: I.CO.P. Società Benefit è una società che opera nel mondo dell’edilizia, con sede a Basiliano (UD). L’azienda svolge numerose attività in ambito di sostenibilità. Sotto il profilo ambientale, ad esempio, utilizza filtri antiparticolato e lubrificanti ecologici e biodegradabili per limitare l’impatto sull’ambiente causato dall’utilizzo dei propri macchinari. Sotto il profilo sociale, adotta politiche di welfare aziendali a favore dei propri collaboratori come il centro estivo interaziendale gratuito.

Tra le azioni a favore della comunità, I.CO.P. è socio fondatore del Consorzio Housing Sociale FVG che offre alloggi, servizi, azioni e strumenti a coloro che non riescono a soddisfare sul mercato il proprio bisogno abitativo. L’azienda collabora anche con Vicini di Casa Onlus, un’associazione che offre soluzioni abitative per persone in condizioni di svantaggio. In particolare, i titolari dell’azienda ed alcuni dirigenti e collaboratori hanno fondato nel 2006 l’Associazione Sudin Onlus attraverso la quale vengono realizzate iniziative a favore della popolazione del Sud Sudan quali formazione ai giovani, un’azienda agricola sostenibile, un incubatore d’impresa per i giovani locali, orti e progettualità per le donne.

PerCoRSI in FVG 2

Si tratta di un premio che rientra nell’ambito del progetto “PerCoRSI in FVG 2 – Percorsi per la salute, la sicurezza e la qualità della vita lavorativa in Friuli Venezia Giulia” ed ha lo scopo di valorizzare le aziende del Friuli Venezia Giulia che hanno intrapreso delle buone pratiche in ambito di sostenibilità, welfare e sicurezza sul lavoro, nello specifico le aziende che si sono distinte per una strategia aziendale che tenga conto dei principi di Responsabilità Sociale d’impresa, l’impegno per la trasparenza e per la legalità, il rispetto dell’ambiente, la qualità delle condizioni di lavoro e la centralità delle risorse umane, la trasparenza nei rapporti con il mercato, la valorizzazione del territorio e il coinvolgimento della comunità, la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Sono sette le aziende premiate nel 2021 come migliori pratiche su sicurezza, responsabilità sociale e welfare aziendale:

  • per la categoria Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro: Savio Macchine Tessili Spa come Grande Impresa e di Gianfranco Savani Srl come Piccola e Media Impresa;
  • per la categoria Responsabilità Sociale d’Impresa e welfare aziendale: Braida Srl per il settore ambiente, Conceria Pietro Presot Srl per la qualità del lavoro e il welfare aziendale, CiviBank per le iniziative a favore del territorio e della società, Pomis s.s. Società Agricola per la qualità delle relazioni con il mercato, Brovedani Group SpA per l’impegno nella direzione e governance aziendale in ottica responsabile.

 

Focus: Braida Società Benefit, con sede a Manzano (UD), è la prima società benefit in Italia nella produzione di arredi in Italia. Ha ricevuto il premio PerCoRSI in FVG 2 per il suo progetto “Furniture For Future” che ha l’obiettivo di rivoluzionare la filiera della produzione di mobili realizzando arredi con logiche di eco-design, dotati di tecnologia IoT integrata e di tecnologia Blockchain. Ha inoltre lo scopo di creare prodotti di facile manutenzione grazie alla stampa 3D, che consente di sostituire i componenti rotti o usurati e aumentare il ciclo di vita dei prodotti con la manutenzione programmata o predittiva.

Tags: